Il nuovo poker

Flavio Ferrari Zumbini Il nuovo poker “Il poker non è più quello di una volta. Il vecchio poker era passivo e attendista, un gioco basato principalmente su buone carte di partenza. Oggi invece il Texas Hold’Em è un gioco ricco di azione dove per vincere serve tanta abilità. Questo libro aiuta a vedere il gioco sotto un’altra prospettiva. Tanti consigli … Continua a leggere

Grandezza e decadenza di César Birotteau

Honoré de Balzac Grandezza e decadenza di César Birotteau Pubblicato nel 1837, Grandezza e decadenza di César Birotteau è una delle opere più significative del grande scrittore francese. Nel quadro della sua Commedia umana, Balzac vuole caratterizzare in questo romanzo la piccola borghesia parigina (rappresentata appunto da Birotteau, mercante profumiere) che, nel tumultuoso sviluppo del capitalismo nei primi dell’Ottocento, ha … Continua a leggere

Di bestia in bestia

Michele Mari Di bestia in bestia “Edito nel 1989 ma scritto a partire dal 1980, quando non avevo ancora venticinque anni, Di bestia in bestia è l’unico dei miei libri a cui abbia rimesso mano. Il tema del romanzo, più ancora del dualismo fra sublimazione e ferinità, era la contraddizione per cui a sua volta la cultura può essere simultaneamente … Continua a leggere

Rue Pigalle e altri racconti

  Georges Simenon Rue Pigalle e altri racconti In questi nove racconti i lettori avranno il piacere di ritrovare il grande commissario, e di ritrovare anche i luoghi e le atmosfere in cui Maigret si sente più a suo agio. Nella Chiatta dei due impiccati, per esempio, Maigret conduce tutta la sua indagine alla Citanguette, uno dei bistrot sulla Senna … Continua a leggere

La morte viola

Gustav Meyrink La morte viola. Racconti esoterici e fantastici Apologhi zen, vicende fantastiche e grottesche, deliri onirici e rivelatori, storie di puro orrore prendono vita nell’Impero austro-ungarico sulla via della decadenza, tra fine ‘800 e inizio ‘900. I racconti dello scrittore e occultista praghese Gustav Meyrink (1868-1932) prefigurano l’assedio e il crollo della fortezza Europa, minata di volta in volta … Continua a leggere

Significato e fine della storia

Karl Löwith Significato e fine della storia Senza una filosofia della storia, la storia non è altro che un incomprensibile susseguirsi di eventi che non trasmette le autentiche motivazioni umane ad agire. Capire il fine ultimo della storia significa porsi in un’ottica assoluta, metafisica, abbandonando la concezione del corpo sociale come semplice lotta per la sopravvivenza. In questo senso la … Continua a leggere

Che cos’è la verità?

Martin Heidegger Che cos’è la verità? Il volume comprende i due corsi che Martin Heidegger tenne all’Università di Friburgo durante l’anno di rettorato: il primo, intitolato Die Grundfrage der Philosophie, si svolse, nel semestre estivo 1933; il secondo, Vom Wesen der Wahrheit, nel semestre invernale 1933/34. I due corsi documentano il lavoro filosofico che Heidegger dedicò all’intesa critica di ciò … Continua a leggere

Viola di morte

Tommaso Landolfi Viola di morte La prosa di Landolfi, lascia intravedere in filigrana un’ambizione poetica dirompente ma al tempo stesso messa a tacere, forse per l’oscuro timore evocato in un racconto del 1937, Night must fall – che a lasciarsi andare “ne sarebbe venuto fuori qualcosa di troppo bello … e allora tutto sarebbe finito e riprecipitato in una voragine … Continua a leggere

La pazienza del giardiniere

Paolo Pejrone La pazienza del giardiniere. Storie di ordinari disordini e variopinte strategie Oppressa da una frenetica gestione del tempo, la nostra epoca ha un grande bisogno di pazienza, virtù protagonista in questo libro di Paolo Pejrone, senza alcun dubbio nostro “giardiniere” per eccellenza, principale responsabile della nuova attenzione culturale che circonda piante e giardini.   Il lavoro del giardiniere … Continua a leggere

Democrazia e terrore. Le dinamiche della repressione nell’era di Stalin

Wendy Goldman Democrazia e terrore. Le dinamiche della repressione nell’era di Stalin Cosa significava vivere giorno per giorno nel clima del Grande terrore? Grazie all’apertura di archivi finora inaccessibili, l’autrice esplora il paradosso di un sistema repressivo instaurato attraverso i meccanismi di partecipazione democratica nel partito, nel sindacato e nei luoghi di lavoro: nella psicologia di Stalin e dei suoi … Continua a leggere